Crac da 300 milioni per le Sud Est

Continua il dramma delle Ferrovie del Sud Est, non solo sui binari ma soprattutto per la gestione della societa’.

Per 15 anni Ferrovie Sud Est, società pugliese di proprietà del Ministero dei Trasporti, sarebbe stata saccheggiata da Luigi Fiorillo, il commissario governativo e amministratore unico che avrebbe dovuto amministrarla e risanarla, mentre ora si parla di un crac da 230 milioni. Con le accuse, contestate a vario titolo, di bancarotta fraudolenta documentale, societaria e patrimoniale, la magistratura barese ha ordinato gli arresti domiciliari per Fiorillo e per altre 10 persone, il sequestro di beni per 90 milioni e disposto una misura interdittiva.

Il tutto a danno delle Ferrovie Sud Est, acquistata circa un anno fa, a crac ormai avvenuto, da Ferrovie dello Stato e attualmente sottoposta a concordato preventivo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *