I miglioramenti della Treviso-Portogruaro

E’ migliorata la situazione della Treviso-Portogruaro, linea a binario unico di oltre 52 km. I treni della tratta hanno infatti raggiunto il 97% di puntualità, la percentuale più alta in Veneto. Anche l’aumento del numero degli utenti risulta costante: tra novembre 2016 e novembre 2017 l’incremento e’ stato del 16% ed addirittura del 29% rispetto al primo anno di introduzione dell’orario cadenzato, indice che la tratta sta recuperando i passeggeri persi a causa dell’introduzione, nel 2013, dell’orario cadenzato, quando si e’ assistito ad una vera e propria emorragia di utenti con il rischio concreto di chiusura.
Il numero di treni è nettamente migliorato in confronto al 2013, i treni al giorno sono 11 sia per Treviso sia per Portogruaro e garantiscono il servizio nelle ore di punta di pendolari, studenti liceali ed universitari, oltre agli utenti dell’Ospedale Riabilitativo di Motta di Livenza, centro riabilitativo regionale.

Anche la qualità dei mezzi circolanti e’ cambiata con l’introduzione dei Minuetto, adatti al numero di utenti della tratta, e con una velocità media salita a 65 kmh (rispetto ad i vecchi ALn 668). Unico problema di difficile risoluzione e’ quello del regionale in partenza alle 6.21 da Portogruaro e con previsto arrivo a destinazione alle 7.21 (che non può garantire agli utenti che proseguono verso Venezia di prendere il Regionale Veloce della tratta Udine-Venezia che parte da Treviso alle 7.23). Infatti essendo stato inserito un treno Frecciarossa in quegli orari ed imponendo la precedenza dello stesso su qualunque regionale il convoglio per Venezia ha dovuto adeguarsi con un cambio orario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *