Inaugurato il polo intermodale di Trieste Airport

Il 19 marzo 2018 è stato inaugurato il nuovo polo intermodale Trieste Airport di Ronchi dei Legionari, in provincia di Gorizia, i cui lavori sono iniziati poco più di un anno prima.

Il progetto si sviluppa a partire dalla linea retta rappresentata dalla passerella pedonale aerea che, dopo aver attraversato la strada statale, collega l’aerostazione ai parcheggi, alla stazione degli autobus e alla fermata del treno.

Il polo intermodale comprende: una nuova fermata ferroviaria, un’autostazione per 16 linee, un parcheggio con capacità di 1.500 posti auto, di cui 500 in autosilo multipiano, correlati da collegamenti di connessione e di viabilità interna.

RFI ha realizzato la nuova fermata ferroviaria, denominata “Trieste Airport”, a servizio dell’aeroporto del Friuli Venezia Giulia. Il costo delle opere realizzate e’ stato di 1,6 milioni di euro. Grazie alla nuova fermata, si è realizzato un autentico scambio intermodale treno/aereo che permette ai viaggiatori di raggiungere l’aeroporto in maniera comoda e senza utilizzare il mezzo privato.

La nuova stazione è collocata sulla linea Venezia-Trieste, tra le stazioni di Monfalcone e Cervignano, è costituita da due banchine lunghe 400 metri, costruite secondo criteri di accessibilità, con marciapiedi ad altezza 55 cm, standard europeo per i servizi metropolitani, munite di percorsi tattili e dotate di aree coperte per l’attesa dei convogli.

Il collegamento tra i marciapiedi e la passerella sopraelevata di congiunzione al complesso aeroportuale è garantito da due ascensori, due coppie di scale mobili e dalle scale di emergenza. La fermata è dotata di nuovi sistemi di informazione al pubblico e di illuminazione a tecnologia led. I lavori della nuova fermata sono stati completati in 12 mesi. Nella nuova stazione si fermano 52 treni regionali, 6 Frecce Rosse e 2 Intercity.