Nuova linea T1 Leonardo a Firenze

La Linea T1 di Firenze è ora costituita dalla Linea 1 (operativa dal 14 febbraio 2010) e dal suo completamento, rappresentato dalla Linea 3.1 inaugurata il 16 luglio 2018.

Si tratta di uno degli esempi più importanti di come offrire un servizio moderno ed efficiente per i pendolari. La linea che collega l’Ospedale Careggi di Firenze a Scandicci, lunga 11,5 km e con 26 fermate, è nata dalla vecchia rete di tram fiorentini che fino agli anni ’50 erano in funzione. La nuova e completa linea collega numerosi centri nevralgici del capoluogo toscano: il Polo Universitario Ospedaliero di Careggi, la stazione di Santa Maria Novella a Firenze, i giardini della Fortezza da Basso ed il Polo Fieristico, via dello Statuto ed il quartiere di Rifredi (Stazione FS Statuto, p.zza Leopoldo, p.za Dalmazia). Il tempo di percorrenza da capolinea a capolinea è di circa 40 minuti, la frequenza è di 4 minuti e 20 secondi e le corse sono 500 al giorno.

Al momento le stime parlano di 20 milioni di passeggeri all’anno, una riduzione di CO2 pari a 12.500 tonnellate all’anno e 9.300 auto in meno in strada ogni giorno (grazie anche al contributo delle aperture notturne, fino alle 2 di mattina, il venerdì ed il sabato).

Dai dati del 2017, la tramvia fiorentina accoglie ogni anno sui propri tram 14 milioni di passeggeri, oltre 30.000 giornalieri. I motivi che portano alla scelta della tramvia sono comodità, sicurezza, convenienza economica e certezza dei tempi di spostamento. L’87% dei passeggeri è complessivamente soddisfatto del servizio e lo giudica buono o ottimo.

Sia i mezzi che le pensiline sono accessibili alle persone con disabilità. A bordo e a terra sono presenti pannelli informativi che espongono la frequenza delle corse, la tariffazione, i percorsi e gli interscambi. Tram e banchine hanno annunci visivi e sonori di fermata ed ogni fermata ha una biglietteria automatica.